MENU
Lingua →
 Contatti
 

GIMS

1 novembre 2017 | 30 ottobre 2020

Progetto GIMS [Geodetic Integrated Monitoring System]

Fenomeni geologici, idrologici, geotecnici e ambientali che causano deformazioni sulla superficie della Terra (subsidenza, frane, alluvioni, depressioni, attività tettonica) avvengono a frequenza sempre più elevata, anche a causa di eventi ambientali estremi dovuti al cambiamento climatico e a fenomeni geofisici (terremoti, eruzioni vulcaniche).

Questi fenomeni hanno impatti negativi e in alcuni casi distruttivi sul territorio, sulle strutture (dighe, ponti, edifici), sulle infrastrutture (strade, ferrovie, canali, tubazioni e infrastrutture energetiche) e su strutture storiche e di valore culturale (chiese, rovine e siti archeologici).

La sensitività di diverse aree in Europa – e in generale anche a livello mondiale – rispetto a questi fenomeni (si pensi ad esempio agli eventi correlati al terremoto nelle Marche), fa emergere la necessità di un sistema di monitoraggio geodetico integrato e conveniente.

Obiettivo del progetto GIMS è l’integrazione di tre tecnologie di monitoraggio per poi testare il servizio di monitoraggio su un paio di frane localizzate in Slovenia (grazie al Servizio geologico sloveno).

Tecnologie:

GNSS – monitoraggio degli spostamenti tramite dati “GPS” (dati puntuali, frequenza di aggiornamento elevata)

SAR – dati derivati da immagini radar da satellite (dati areali, frequenza di aggiornamento più bassa – funzione del tempo di passaggio del satellite)

MEMS – dati da accelerometri, utili in particolare per rilevare spostamenti

A breve tutti i dettagli del progetto in fase di avvio

Visita il nostro sito web: CLICCA QUI

Seguici sulle pagine social del progetto

Design: Agenzia Libera S.r.l. | Development: DesktopRemoto S.r.l. | Social media management: Creative Mind S.r.l.