MENU
Lingua →
 Contatti
 

GIMS

1 novembre 2017 | 31 ottobre 2020

Progetto GIMS [Geodetic Integrated Monitoring System]

Fenomeni geologici, idrologici, geotecnici e ambientali che causano deformazioni sulla superficie della Terra (subsidenza, frane, alluvioni, depressioni, attività tettonica) avvengono a frequenza sempre più elevata, anche a causa di eventi ambientali estremi dovuti al cambiamento climatico e a fenomeni geofisici (terremoti, eruzioni vulcaniche).

Questi fenomeni hanno impatti negativi e in alcuni casi distruttivi sul territorio, sulle strutture (dighe, ponti, edifici), sulle infrastrutture (strade, ferrovie, canali, tubazioni e infrastrutture energetiche) e su strutture storiche e di valore culturale (chiese, rovine e siti archeologici).

La sensitività di diverse aree in Europa – e in generale anche a livello mondiale – rispetto a questi fenomeni (si pensi ad esempio agli eventi correlati al terremoto nelle Marche), fa emergere la necessità di un sistema di monitoraggio geodetico integrato e conveniente.

Obiettivo del progetto GIMS è l’integrazione di tre tecnologie di monitoraggio per poi testare il servizio di monitoraggio su un paio di frane localizzate in Slovenia (grazie al Servizio geologico sloveno).

Tecnologie:

GNSS – monitoraggio degli spostamenti tramite dati “GPS” (dati puntuali, frequenza di aggiornamento elevata)

SAR – dati derivati da immagini radar da satellite (dati areali, frequenza di aggiornamento più bassa – funzione del tempo di passaggio del satellite)

MEMS – dati da accelerometri, utili in particolare per rilevare spostamenti

A breve tutti i dettagli del progetto in fase di avvio

This project has received funding from the European GNSS Agency under the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No. 776335.

Visita il nostro sito web: CLICCA QUI

Seguici sulle pagine social del progetto

Design: Agenzia Libera S.r.l. | Development: DesktopRemoto S.r.l.